Cinemadre Terra

UN MERCOLEDI’… NEL WEEK-END! – 24 e 25 Febbraio 2018 – FILMFESTIVAL di FANTASCIENZA e HORROR “INSETTI GIGANTI E ALIENI MOSTRUOSI – alienazioni e diversità nell’horror e nella fantascienza”

Postato il

 

 

locandona ME FESTIVAL FANTASCIENZA_v2

UN MERCOLEDI’… NEL WEEK-END!

 

I Mercoledì eXtra-Ordinari presentano il

 

FILMFESTIVAL di FANTASCIENZA e HORROR

INSETTI GIGANTI E ALIENI MOSTRUOSI”

alienazioni e diversità nell’horror e nella fantascienza

 

Viaggio-esplorazione diurno e notturno nel cinema muto e degli anni ’50 e ’60 sulle tracce dell’animalità, del diverso e dell’alterità, tra incursioni visive, sonore, narrative e culinarie.

 

 

Il programma in breve:

 

SABATO 24/2

 

ü      ORE 10,30 Laboratorio per Bambini su Salgari e le sue opere di Fantascienza per i bimbi organizzato da Atelier Héritage nell’ambito di Impressioni Urbane

 

ü      ORE 17,00 – Presentazione del Libro “Insetti giganti e alieni mostruosi. Alterità e animalità nel cinema di fantascienza degli anni ’50 e ’60″ di e con Tamara Sandrin

 

ü      ORE 20,00Cena Spaziale e Mostruosa

 

ü      ORE 22,00 –  Proiezione di “Metropolis” di Fritz Lang musicato dal vivo dai Deux Chiens d’Espace

 

ü      ORE 00,30Maratona Notturna di Film con Colazione Finale.

 

 

Tra un film e l’altro possibilità di rifocillarsi con caffé, tisane calde, dolcetti e altre

prelibatezze.

 

Portate il vostro materassino e la vostra copertina, possibilità di sonnecchiare in uno sleep-corner in caso di esaurimento forze 😉

 

Verranno proiettati durante la maratona notturna:

 

ü      “L’ultimo uomo della Terra” di Ubaldo Ragona/Sidney Salkow

 

ü      “Not of this Earth” di Roger Corman

 

ü      “La notte dei morti viventi” di George Romero

 

 

DOMENICA 25/2

 

ü      ORE 16,00 – Proiezione di “Trip to Mars” di Holger-Madsen musicato dal vivo da Rodrigo Codermatz

 

ü      ORE 18,00 – Proiezione di “L’astronave degli esseri perduti” di Roy Ward Baker

 

 

Per tutta la durata dell’evento sarà esposta la mostra: “Cosucce, o del mondo circostante e insinuante” di Marco Ferra, con la partecipazione di Marco Martz

 

 

Tutte le proiezioni sono gratuite!

 

Cena: spaziale e mostruosa: 13 euro (bevande escluse)

 

Colazione e spuntini notturni a offerta libera

 

Per info e prenotazioni per la cena: mercolediextraordinari@gmail.com

 

 

 

A seguire maggiori dettagli sul programma:

 

 

SABATO 24/2

 

ORE 10,30 Laboratorio per Bambini su Salgari e le sue opere di Fantascienza per i bimbi organizzato da Atelier Héritage nell’ambito di Impressioni Urbane

 

Maggiori informazioni qui: https://www.facebook.com/events/772384626280288/

 

ORE 17,00Presentazione del Libro “Insetti giganti e alieni mostruosi. Alterità e animalità nel cinema di fantascienza degli anni ’50 e ’60″ di e con Tamara Sandrin

 

“La fantascienza può diventare paradigma della realtà quando mette in scena i nostri comportamenti nei confronti dell’altro sia esso umano o non umano (alieno e animale). La visione e l’analisi di alcuni film di fantascienza degli anni ’50 e ’60 ci dimostra che l’approccio dell’uomo verso l’altro alieno/animale è sempre votato al dominio e alla distruzione, al disprezzo e alla denigrazione, perpetrati con tutti i mezzi possibili: prigionia e schiavitù, sfruttamento economico, produttivo e riproduttivo, nei luoghi tipici dello sfruttamento animale (zoo, circhi, acquari, fiere ed esposizioni, laboratori di ricerca e vivisezione, ecc.) dove il corpo dell’altro è usato e trattato come un oggetto con valore puramente economico. Noi “distruggiamo ciò che non riusciamo a capire”: questo ha sempre fatto e fa l’animale umano nei confronti degli animali non umani.”

 

https://www.facebook.com/events/772384626280288/

 

Tamara Sandrin, laureata in Filologia e critica dantesca, è appassionata di cinema, in particolare cinema muto e cinema di fantascienza fino agli anni ’60.

È autrice del saggio “Insetti giganti e alieni mostruosi. Alterità e animalità nel cinema di fantascienza degli anni ’50 e ’60” e della breve raccolta di poesie “Di animali e altri fantasmi”, entrambi autopubblicati.

Assieme al marito Rodrigo Codermatz cura il blog https://cavegan.wordpress.com/

 

Possibilità di acquistare in loco una copia del libro.

 

ORE 20,00Cena Spaziale e Mostruosa

 

Dopo la presentazione del libro e prima dell’inizio delle proiezioni una cena spaziale e mostruosa (cena vegetale, completamente senza crudeltà) allieterà la vista e i palati per un viaggio tra forme e colori di mondi inesplorati.

 

Tutti i piatti della cena traggono ispirazione da titoli di film.

 

Menu

 

antipasti

 

L’Invasione degli Ultracorpi

 

La Guerra dei Mondi con Blob

 

La Mantide Omicida

 

primo

 

I Mostri della Laguna Nera

 

dessert

 

Torta Nosferatu

 

 

ORE 22,00 –  Proiezione di “Metropolis” di Fritz Lang musicato dal vivo dai Deux Chiens d’Espace

 

Metropolis, Germania 1927.

Regia: Fritz Lang. Sceneggiatura: Thea von Harbou. Interpreti: Brigitte Helm (Maria), Alfred Habel (Fredersen), Gustav Fröhlich (Freder), Rudolf Klein-Rogge (Rotwang).

Genere: fantascienza.

Durata: 117 min. b/n, muto.

 

Nel 2026 la popolazione umana è divisa in due classi: gli aristocratici che vivono tra lusso e agi e gli operai che vivono e lavorano come schiavi nelle fabbriche sotterranee. La città è dominata da un dittatore, Fredersen. Suo figlio Freder incontra casualmente Maria, una giovane della classe operaia che predica la rassegnazione e la fiducia nella Provvidenza, se ne innamora e prova la dura vita degli operai. Un inventore crea un robot con le fattezze di Maria per irretire i giovani dell’aristocrazia e per incitare alla ribellione i lavoratori. L’intervento della “vera” Maria placa la rivolta operaia e riporta la concordia tra le classi sociali.

 

Deux Chiens d’Espace – Due cani nello spazio raccontano il loro viaggio.

 

Inviano segnali, interferenze e suoni che si compongono in paesaggi magnetici.

Abbagli melodici dentro sequenze aritmiche, e lampi di distorsioni dentro suoni sgranati e decomposti.

 

“I won’t leave no message, I’ll just shut my mouth and keep dreaming golden dreams….”

 

Qui un assaggio della loro musica:

https://soundcloud.com/deux_chiens_despace

 

ORE 00,30Maratona Notturna di Film con Colazione Finale.

 

Tra un film e l’altro possibilità di rifocillarsi con caffé, tisane calde, dolcetti e altre

prelibatezze.

 

Portate il vostro materassino e la vostra copertina, possibilità di sonnecchiare in uno sleep-corner in caso di esaurimento forze 😉

 

Verrano proiettat durante la maratona notturna:

 

“L’ultimo uomo della Terra” di Ubaldo Ragona/Sidney Salkow

 

L’ultimo uomo della Terra (The Last Man on Earth), Italia-USA 1964.

Regia: Ubaldo Ragona. Sceneggiatura: Richard Matheson (sotto pseudonimo Logan Swanson) e Furio M. Monetti. Interpreti: Vincent Price (Robert Morgan), Franca Bettoja (Ruth Collins), Emma Danieli (Virginia Morgan),Giacomo Rossi Stuart (Sam Cortman).

Genere: fanta-horror.

Durata: 86 min. b/n.

 

Riduzione cinematografica del romanzo di Richard Matheson “Io sono leggenda”. Un virus sconosciuto fa tornare in vita i morti trasformandoli in vampiri. Il dottor Morgan, l’unico a non essere stato contagiato, trascorre le notti a cercare di difendersi dagli assalti dei vampiri e le sue giornate alla loro ricerca per ucciderli con il classico sistema del paletto di legno piantato nel cuore. Ma ben presto scopre di non essere l’unica persona ancora dotata di intelletto e di sentimenti umani…

 

“Not of this Earth” di Roger Corman

 

Not of This Earth (Il vampiro del pianeta rosso), USA 1957.

Regia: Roger Corman. Sceneggiatura: Charles B. Griffith e Mark Hanna. Interpreti: Paul Birch (Paul Johnson), Beverly Garland (Nadine Storey), Morgan Jones (Harry Sherbourne), William Roerick (dottor Rochelle).

Genere: fantascienza.

Durata: 67 min. b/n.

 

Il signor Johnson è giunto sulla Terra dal pianeta Davanna dove gli abitanti stanno morendo per una terribile malattia del sangue. Ha continuo bisogno di sangue per sopravvivere e per procurarselo ipnotizza un medico per ottenere continue trasfusioni, uccide con il suo terribile sguardo e poi dissangua le sue vittime per mandare campioni di sangue sul suo pianeta. Quando giunge dal suo pianeta una donna bisognosa di sangue, Johnson le pratica per sbaglio una trasfusione di sangue infetto: la morte della donna fa sorgere sospetti, collegati anche ad altre strane morti e sparizioni.

 

“La notte dei morti viventi” di George Romero

 

La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead), USA 1968.

Regia: George A. Romero. Sceneggiatura: John A. Russo e George A. Romero. Interpreti: Duane Jones (Ben), Judith O’Dea (Barbara), Karl Hardman (Harry Cooper), Marylin Eastman (Helen Cooper), Keith Wayne (Tom), Judith Ridley (Judy).

Genere: horror.

Durata: 96 min. b /n.

 

Il primo film di Romero, pietra miliare del cinema horror liberamente ispirato al romanzo di Richard Matheson “Io sono leggenda”. A causa di un virus i morti ritornano in vita divenendo zombie cannibali e assassini. Alcune persone si rifugiano in un casolare isolato e cercano di difendersi dagli assalti dei morti viventi. Ma sono destinati a soccombere.

 

 

DOMENICA 25/2

 

ORE 16,00Proiezione di “Trip to Mars” di Holger-Madsen musicato dal vivo da Rodrigo Codermatz

 

A Trip to Mars (Himmelskibet), Danimarca 1918.

Regia: Holger-Madsen. Sceneggiatura: Sophus Michaëlis e Ole Olsen. Interpreti: Nicolai Neiiendam (professor Planetaros), Gunnar Tolnæs (Avanti Planetaros), Zanny Petersen (Corona Planetaros), Frederik Jacobsen (prof. Dubius), Svend Kornbeck (David Dane), Alf Blütecher (dot. Krafft).

Genere: fantascienza.

Durata: 81 min. b/n, muto.

 

Il professor Planetaros progetta e fa costruire un aereo spaziale (una via di mezzo tra un dirigibile e un biplano) con cui suo figlio, assieme a un gruppetto di temerari, parte alla volta di Marte.

Dopo un viaggio di sei mesi finalmente raggiungono la loro meta: Marte sembra un paradiso terrestre e i marziani sono pacifici e pacifisti, vegetariani, dediti a canti, danze e studi.

Dopo aver trascorso sul pianeta un periodo di arricchimento spirituale, i terrestri fanno ritorno sulla Terra portando con sé anche dei doni e un messaggio di pace e amore.

 

Rodrigo Codermatz – Pianista blues e polistrumentista autodidatta.  Si é avvicinato alla musica fin da piccolissimo rubando l’armonica al nonno, per poi passare all’organo, alla chitarra, al pianoforte e approdare infine alla sega musicale e al theremin. Negli ultimi dieci anni ha coniugato la passione per la musica con un’altra passione della sua vita, il cinema muto, seguendo le Masterclasses del Pordenone Silent Film Festival per l’accompagnamento pianistico di film muti, tenute dai migliori pianisti e musicisti del settore.

Come filosofo antispecista si occupa dello studio del rapporto tra antispecismo e psicoanalisi, analizzato in vari articoli pubblicati su “Liberazioni – Rivista di critica antispecista”, sul blog http://cavegan.wordpress.com, nei saggi “Veganesimo e famiglia. Una lettura secondo la teoria interpersonale”, “Spectra. La struttura bi-logica dello specismo” e la raccolta di articoli “Scritti animalisti”.

 

ORE 18,00Proiezione di “L’astronave degli esseri perduti” di Roy Ward Baker

 

L’astronave degli esseri perduti (Quatermass and the Pit), Gran Bretagna 1967.

Regia: Roy Ward Baker. Sceneggiatura: Nigel Kneale. Interpreti: Andrew Keir (dott. Quatermass), Barbara Shelley (Barbara Judd), James Donald (dott. Roney), Julian Glover (colonnello Breen).

Genere: fantascienza.

Durata: 97 minuti. Colore.

 

Durante gli scavi per l’ampliamento della metropolitana di Londra, nei pressi di Hobb’s Lane vengono ritrovati alcuni scheletri di ominide del Pleiocene all’interno e all’esterno di una navicella spaziale, in cui vengono ritrovati anche degli artropodi giganti. Nello stesso tempo iniziano a manifestarsi fenomeni telecinetici, apparizioni di “fantasmi”, allucinazioni, presenze demoniache, finché si scatena una forza maligna e invisibile che provoca una serie di violenze a catena, linciaggi e omicidi.

 

 

Per tutta la durata dell’evento sarà esposta la mostra: “Cosucce, o del mondo circostante e insinuante” di Marco Ferra, con la partecipazione di Marco Martz

 

“Cosucce, o del mondo circostante ed insinuante

 

piccoli esseri striscianti e croccanti

buoni da mangiare o che fanno ribrezzo

 

cosa ti porta ribrezzo? il rumore? il colore?

l’imprevedibile movimento nel volo e nella corsa

 

cosa ti seduce? cosa ti spinge a cercare di avvicinarli?

che seduce gli occhi

che ipnotizza

 

Tanti piccoli esseri del mondo in cui viviamo e a cui non prestiamo attenzione,

condensati in una unica mostra concepita e realizzata pensando ai perché che non ci si pone

 

Piccole cose di un mondo parallelo

 

Dieci opere pittoriche e quattro installazioni ad opera di Marco Ferra che indagano

i dettagli di un micromondo sempre presente nel quotidiano, vissuto dalla civiltà attuale

come alieno. A volte dimenticato.

La bellezza di ciò che comunemente viene considerato l’orrido è fra i temi della mostra.

Il dettaglio è il cuore della bellezza, i colori esaltano la vitalità di questo universo.”

 

Link alla mostra su exibart

http://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=151274

 

Marco Ferra (El hombre del árbol) -Nato e nutrito a Milano, disegna sin da piccolo con tutto ciò che trova: matite, pastelli, sapone, sassi e molliche. Crescendo inizia a frequentare artisti e pittori che gli insegnano tecniche artistiche e metodi di osservazioni della realtà e, soprattutto, del sè.

Inizia l’attività di pittore avendo come soggetti principale nudi di donna. In anni successivi mischia sulla sua tavolozza lo stile di vita vegan grazie al quale inizia ad inserire nei suoi lavori anche figure di animali non umani.

L’oro, che “come la follia, è un bene prezioso’, è una componente costante nei suoi lavori.

‘Donne e uomini, animali umani e animali non umani, le vere meraviglie del nostro mondo,

rappresentanti della bellezza universale”.

 

Marco Martz è un disegnante. Da diversi anni si muove nel territorio nazionale presentando diverse mostre personali, ha collaborato con il Teatro Lila  come bozzettista di scena

Ha pubblicato le sue vignette, illustrazioni e fumetti, con la rivista Polvere e le case editrici Eris e PesciRossi.

Mostra i suoi lavori performativi collaborando con artisti musicali come i Fuco ed i Liquido di morte.

Insomma, se c’è da disegnare M.Martz c’è.

 

 

Tutte le proiezioni sono gratuite!

 

Cena: spaziale e mostruosa: 13 euro (bevande escluse)

 

colazione e spuntini notturni a offerta libera

 

Per info e prenotazioni per la cena: mercolediextraordinari@gmail.com

Annunci

26 NOVEMBRE – UN MERCOLEDI’ DI… SABATO! “Un granello nell’ingranaggio: la voce delle minoranze nel documentario creativo di Adonella Marena” al circolo Arci FuoriLuogo

Postato il

locandina-me-26-novembre-2016

Tornano i mercoledì eXtra-Ordinari con “Un mercoledì di… Sabato!”

Questa volta saremo ospiti del Circolo Arci Fuoriluogo, a Torino, a partire dalle ore 17,30, con una giornata documentaristica dal titolo:

“Un granello nell’ingranaggio: la voce delle minoranze nel documentario creativo di Adonella Marena”

Questo il programma della giornata:

Ore 17,30:

Proiezione di
1) “Facevo le nugatine”
2) “La fabbrica degli Animali”

Ore 20,00 – Cena eXtra-Ordinaria: “La Cena delle Virtù Nascoste” – bontà e bellezza nel cuore e nelle pieghe della terra.

Menu

antipasti

Tortino di Patate e Cipolle al Forno
Insalata di Rape Bianche e Mele Verdi alla Curcuma
Vellutata di Patate Dolci, Arachidi e Zenzero

primo

Lasagne con Crema di Topinambur e Funghi

dessert

Tartufi Dolci

Ore 21,30:

Proeiezione di “Tute bianche, Un esercito di sognatori”

Tutti i documentari saranno introdotti e commentati dall’autrice e regista, Adonella Marena.

Contributo per la giornata 13 euro (bevande escluse)

Solo per questa giornata, essendo ospiti di un circolo Arci, é necessario avere la tessera.
Possibilità di fare in loco la tessera con validità ottobre 2016-settembre 2017.

Indirizzo: Corso Brescia 14/C, Torino

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

25 MAGGIO – mercoledì eXtra-Ordinario ITINERANTE – CENA: “DIARIO DELLE SEMENTI” + Proiezione del documentario “LA GUERRE DES GRAINES” (La guerra dei semi)

Postato il

 

locandina ME 25 maggio 2016
ll prossimo mercoledì farà nuovamente parte della nostra serie di MERCOLEDI’ ITINERANTI… come ogni mese, durante l’ultima settimana, migriamo di volta in volta in case private, parchi, musei, altre città… andando a sondare e a perfezionare insieme a voi il concetto di “mercoledì itinerante”, un’idea per sperimentare e per autofinanziare il progetto dei mercoledì eXtra-Ordinari, fuori dai soliti schemi.

Se avete uno spazio che possa accoglierci non esitate a proporcelo!

Ma intanto… questa settimana saremo ospiti della Casa di Max, in collina, a Torino!

ATTENZIONE: trattandosi di un‘abitazione privata i posti sono limitati, per cui – se vi fa piacere partecipare – prenotate per tempo 🙂

Come si svolgerà la serata?

Come sempre cominceremo con una cena eXtra-Ordinaria, alle ORE 20,00.

Questa settimana sarà la volta della CENA: “DIARIO DELLE SEMENTI” – le ricette dei semi che resistono.

Menu in fase di definizione (stay tuned!)

IMPORTANTE: Trovandoci in una casa privata, con un numero limitato di stoviglie, ricordatevi di provvedere voi stess* a portare il vostr* PIATTO/posata (COLTELLO, FORCHETTA E CUCCHIAIO).
Vogliamo cercare di evitare il più possibile l’”usa e getta”, filosofia dalla quale ci discostiamo, e abbiamo scelto questa soluzione, che é facilmeente praticabile con il contributo di tutt*:)

A seguire:

Proiezione del documentario “LA GUERRE DES GRAINES” (La guerra dei semi) – V.O. – sottotitoli, a cura dei mercoledì eXtra-Ordinari, in Italiano

“I semi sono da considerare un prodotto economico o una risorsa vitale da condividere a beneficio dell’umanità, come l’acqua che beviamo e l’aria che respiriamo? La domanda è assolutamente retorica. I semi sono la vita, ma presto ne potremmo essere privati. I contadini sono a un passo da perdere il diritto di piantare i loro semi. In Europa si sta imponendo una regolamentazione che controlla e vincola in maniera molto rigida l’uso dei semi in agricoltura. E dietro a tutto ciò stanno cinque multinazionali che già controllano metà del mercato dei semi e che puntano ad espandere i loro tentacoli ancora di più. Il documentario “La guerre des graines”, in inglese “The seed war”, ci offre una panoramica dall’India alla Francia, passando per il circolo polare artico e ci svela ciò che sta accadendo. Il film è diretto da Clément Montfort e Stenka Quillet, che hanno incontrato tutti gli “attori” di questa guerra, dagli attivisti ambientali alle società, fino ai politici europei.”

http://www.terranuova.it/Alimentazione-naturale/Il-documentario-La-guerra-dei-semi

Prenotazione obbligatoria.
Vi faremo avere l’indirizzo esatto al momento della prenotazione 🙂

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/883617665080747/

13 MAGGIO – mercoledì eXtra-Ordinario – CENA: “QUANDO SELVATICO FA RIMA CON ETICO, anno III.” + Proiezione del documentario “LA GUERRA DEI SEMI” + chiacchierata informale su semi, ibridi, ogm e sovranità alimentare + COLLETTIVA eXtra-OrdinARTE

Postato il

locandina ME 13 maggio 2015_con menu_2

Ultimissimo mercoledì eXtra-Ordinario della stagione, e questa volta si parla di semi e di sovranità alimentare. E con un ricchissimo programma!

Cominciamo alle 20,00 con la cena “QUANDO SELVATICO FA RIMA CON ETICO, anno III. L’utilizzo delle erbe selvatiche in cucina: gustosi piatti vegani per assaporare ciò che la terra spontaneamente ci offre.”

Per il terzo anno consecutivo chiudiamo la serie di serate eXtra-Ordinarie con una cena a base di erbe selvatiche, raccolte e cucinate per voi, un nostro personale inno alla biodiversità!

A seguire

Proiezione del documentario “LA GUERRE DES GRAINES” (La guerra dei semi) – V.O. – sottotitoli, a cura dei mercoledì eXtra-Ordinari, in Italiano

“I semi sono da considerare un prodotto economico o una risorsa vitale da condividere a beneficio dell’umanità, come l’acqua che beviamo e l’aria che respiriamo? La domanda è assolutamente retorica. I semi sono la vita, ma presto ne potremmo essere privati. I contadini sono a un passo da perdere il diritto di piantare i loro semi. In Europa si sta imponendo una regolamentazione che controlla e vincola in maniera molto rigida l’uso dei semi in agricoltura. E dietro a tutto ciò stanno cinque multinazionali che già controllano metà del mercato dei semi e che puntano ad espandere i loro tentacoli ancora di più. Il documentario “La guerre des graines”, in inglese “The seed war”, ci offre una panoramica dall’India alla Francia, passando per il circolo polare artico e ci svela ciò che sta accadendo. Il film è diretto da Clément Montfort e Stenka Quillet, che hanno incontrato tutti gli “attori” di questa guerra, dagli attivisti ambientali alle società, fino ai politici europei.”
http://www.terranuova.it/Alimentazione-naturale/Il-documentario-La-guerra-dei-semi

Dopo la proiezione chiacchierata informale su semi, ibridi, ogm e sovranità alimentare con Michela e Fabrizio della Farm Serenity Cow.

Durante la Serata sarà allestita una zona Scambiasemi… portate i vostri semi e le vostre piantine da SCAMBIARE!

Inoltre… non dimenticate che é l’ultima occasione per visitare la collettiva eXtra-OrdinARTE, una mostra con le opere di tutte e tutti gli artisti che hanno partecipato alla Rassegna “ARTE E ANTISPECISMO”, rassegna che si é proposta di mostrare, mercoledì dopo mercoledì, un diverso modo di raccontare l’antispecismo e la liberazione animale, utilizzando come tramite l’Arte.

Il Menu della Cena (*)

Antipasti
Ciambella Rustica di Borlotti, Silene e Borraggine
Vellutata di Patate e Ortiche
Crocchette di Miglio con Primule e Violette
Focaccia di Farro con Fiori di Sambuco

Primo
Pizzoccheri Primaverili con Luppolo Selvatico e Piantaggine

Dessert
Frittelle di Fiori d’Acacia

(*) Il Menu potrebbe subire variazioni in base all’esito della raccolta.

23 APRILE: mercoledì eXtra- Ordinario RESISTENTE con LA SAGRA DEL RISO” + CINEMADRE TERRA: PRINCESS MONONOKE

Postato il

locandina 23 aprile 2014Questa settimana, per LA SETTIMANA RESISTENTE del Circolo Arci Bazura, proietteremo il FILM PRINCESS MONONOKE, 1997, diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli.

“In un fantastico Giappone medievale, dove gli uomini vivono a contatto con mitologiche divinità della foresta, un demone cinghiale attacca il vilaggio del giovane principe Ashitaka che, pur riuscendo a sconfiggere la bestia, viene ferito e colpito da una maledizione. Per trovare una cura il giovane principe si mette in viaggio fino ad arrivare nella Città del Ferro dove la signora locale, Lady Eboshi, vorrebbe disboscare la foresta sacra, per lo sviluppo della città, incontrando la resistenza delle divinità capeggiate dalla “Principessa Mononoke”, una giovane ragazza allevata dai lupi. In questa lotta fra l’uomo e le forze della natura il nostro eroe dovrà decidere con chi schierarsi.

Questo capolavoro d’animazione è scaturito dalla mente di Hayao Miyazaki fondatore dello studio Ghibli che a differenza delle altre case produttrici d’animazioni ha continuato a seguire lo stile classico di disegno senza far ricorso all’uso del digitale.

Questo ha permesso ai film di Miyazaki di diventare un’alternativa all’animazione americana pur continuando a riscuotere un grande successo dalla critica internazionale fino a premiare il regista con l’Oscar al miglior film d’animazione nel 2003 con “la città incantata”. Miyazaki caratterizza i suoi film con tematiche ricorrenti come il rispetto dell’ambiente (del quale proprio questo film è la perfetta sintesi), l’importanza dell’infanzia come nel il mio vicino Tototo (1988) e della pace come in Nausicaa della Valle del vento(1984) dove la guerra ha ridotto il mondo a un cumulo di macerie.”

Recensione da http://primipiani.altervista.org/la-principessa-mononoke/

CENA: ”LA SAGRA DEL RISO”– il riso… in tutte le salse e di tutti i colori!

Menu

antipasto

Crostino di Riso con Paté di Piselli e Spinaci
Insalata di Riso con Tufu e Radicchio

primo

Riso Integrale Multicolore

secondo

Arancini di Riso ai Carciofi
Caponata Siciliana

dessert

Torta di Riso alla Mediorientale

MERCOLEDI’ 19 FEBBRAIO: “LA SAGRA DELLA PASTA” + non solo CINEMADRE TERRA – proiezione di “GREEN” di Patrick Rouxell

Postato il

locandina 19 marzo 2014Proiezione del documentario “GREEN” di Patrick Rouxell.

La proiezione sarà preceduta da un’introduzione: i retroscena del famoso Olio di Palma.

Patrick Rouxell racconta attraverso i ricordi di un orango in fin di vita, l’eccezionale vitalità delle foreste pluviali dell’Indonesia, e l’avanzare della loro distruzione per fare spazio alle piantagioni di acacia e palma da olio, per la produzione di carta e biodiesel.

 

CENA: “LA SAGRA DELLA PASTA” – Una serata imperdibile per gli amanti del genere: un’intera cena a base di stuzzicanti piatti a base di pasta.

Menu

Assaggi di Pasta

Bucatini all’Arrabbiata

Farfalle al Cacao

Lasagne di Fine Inverno

Pasta Maritata

Secondo

Frittatine di Pasta

Insalata Mista

Dessert

Dolcino di Pasta… Sfoglia!

 

 

MERCOLEDì 19 FEBBRAIO: CENA LAZIALE + CINEMADRETERRA: “LIBELLULE”

Postato il

locandina 19 febbraio 2014Alle ore 20,00, per la rassegna “LE CENE REGIONALI SENZA CRUDELTA'” … CENA LAZIALE.

Menu

Antipasto Povero alla Romana

Panzanella e Bruschettina Aglio e Olio
Cazzimperio con Verdurette

Primo

Patacche Fatte a Mano al Sugo di Pomodoro

Secondo

Broccoli Strascinati
Carciofi alla Romana
Pizza Bianca Ripiena

Dessert

Diomeneguardi

 

A seguire…

CINEMADRE TERRA: proiezione del documentario “LIBELLULE” di Adonella Marena.

La fotografia del documentario é di Fabio Colazzo, operatori della fotografia: Fabio Colazzo e Marino Rore.

“Le libellule sono gli abitatori delle zone umide, gli insetti volanti più agili, possenti e antichi, che volavano maestosi su tutto il pianeta già alle origini del mondo animale. Oggi si stanno estinguendo: perché?
Un breve racconto sulla vita e l’habitat di queste affascinanti creature, sulla loro forza, bellezza e mistero, sui loro speciali amori, sulle faticose e inquietanti metamorfosi. Rischiano di soccombere in breve tempo per l’intervento avventato della specie umana sulla natura, dopo aver resistito agli sconvolgimenti millenari della terra.”
– Sinossi da http://www.cinemaitaliano.info/libellule

A presentare il lavoro e le libellule intervengono ADONELLA MARENA e MARINO RORE.