Veganismo Etico e Capitalismo Vegan

15 FEBBRAIO – mercoledì eXtra-Ordinario – CENA: “LA SAGRA DELLA POLPETTA” + “Chefs Vegabbondi: e la storia continua…” con gli CHEFS VEGABBONDI

Postato il Aggiornato il

 

locandina-me-15-febbraio-2017

Questa settimana torneranno a farci visita gli CHEFS VEGABBONDI, per raccontarci – a due anni di distanza – la prosecuzione del loro percorso.

Siamo un gruppo di cuochi amici, vegan e antispecisti, che vogliono diffondere una scelta di vita, attraverso un cibo etico, colorato e gustoso.
Perché vegan e antispecisti?
Perché il nostro approccio etico ci spinge a pensare che lo sfruttamento animale sia il primo anello di una catena che prevede, allo stesso modo, lo sfruttamento dei “più deboli” siano essi animali umani o non umani.
Agli animali non umani troppo spesso non è riconosciuta alcuna capacità di provare emozioni o addirittura è negato l’innegabile: che possano provare dolore.
Il nostro approccio etico pone il VEGANISMO come un punto di partenza nel voler cambiare questo sistema deviato, deviante ed altamente discriminatorio nei confronti degli animali.
Animali che crediamo debbano godere dell’assoluto DIRITTO di VIVERE IN LIBERTA’.”

La serata inizia alle ore 20,00 con “LA SAGRA DELLA POLPETTA – Rotolanti sapori in varie salse.”

Menu

antipasti

Supplì a Palletta
Falafel di Ceci
Polpettine di Orzo alle Nocciole

accompagnate da

Maionese Spaziale alla Biarava
Salsetta di Yogurt
Salsa di Cipolle e Mele in Agrodolce

secondo

Polpette al Sugo con Patate in Umido

desset

Baci di Eva

A seguire:

ESPERIENZE: “Chefs Vegabbondi: e la storia continua… da Dax ai NO EXPO, dal Climate Camp alle varie TAZ” con gli CHEFS VEGABBONDI

Costo della cena: 13 euro, bevande escluse.

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

 

Annunci

11 DICEMBRE – “UN MERCOLEDI’ DI… DOMENICA! ” – PENSO DUNQUE MANGIO – incontro con le fonti dei sapori dei mercoledì eXtra-Ordinari

Postato il Aggiornato il

locandina-me-11-dicembre-2016

L’ultimo mercoledì eXtra-Ordinario (… di domenica!) dell’anno ci riporterà in via Baltea 3.
In attesa di ricominciare, proprio in questa sede, la nuova stagione eXtra-Ordinaria utilizzeremo questa domenica di dicembre per andare a conoscere un po’ meglio alcuni dei nostri “fornitori” di bontà.

Come alcuni di voi forse sapranno, proponiamo per ognuno dei nostri mercoledì eXtra-Ordinari una cena popolare, utilizzando ingredienti di origine vegetale.
Il prezzo della cena, mantenuto volutamente basso e invariato negli anni, si ripropone di mostrare come l’alimentazione a base vegetale possa essere alla portata di tutti, come sia possibile nutrirsi in questo modo senza ricadere nei meccanismi delle mode e del mercato.

Per quanto possibile cerchiamo di reperire gli ingredienti delle nostre cene da piccole realtà che tentano, ognuna a suo modo, di perseguire un percorso etico.

All’inizio di questa quinta stagione ci é parso interessante incontrare di persona alcune di queste realtà, per farci raccontare la loro storia e per poter parlare di cibo buono sia per il corpo che per la mente.

Nella nostra intenzione questo appuntamento sarà il primo di una serie di incontri, tesi a rendere meno astratto ciò che ci troviamo nel piatto, in modo da collocarlo nella giusta prospettiva nel contesto in cui viviamo.

Questa volta conosceremo meglio:

S.O.S. ROSARNO

Gli agrumi dei produttori di riferimento di SOS Rosarno provengono rigorosamente da agricoltura biologica certificata. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, assumono regolarmente la manodopera impiegata nella raccolta, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani di Rosarno, che nell’assoluta insufficienza delle politiche istituzionali d’accoglienza possono sopperire ai bisogni più elementari solo grazie al sostegno delle realtà associative della società civile.
Ed è per questo che una quota del prezzo di tutti i prodotti va a finanziare l’attività di realtà che promuovono i diritti dei lavoratori delle campagne, cosiccome a progetti d’alternativa in italia e all’estero nel segno della sovranità alimentare e dell’autodeterminazione delle comunità locali.

I FIORI DEL MALE

Autoproduzioni a base di erbe. selvatiche montane raccolte responsabilmente o coltivate naturalmente a Cels, Exilles, nelle Alpi Cozie.
Le preparazioni esprimono i saperi locali – ma non solamente – che dal mondo vegetale attingono ancora i principi per l’appropriazione e l’autogetione della salute personale, della propria cura e piacere.

LA FAMIGLIA CARROZZO E IL SUO OLIO SALENTINO

“Terra russa” tanto a Li Sierri che pure a Calasanzio
foglie d’argento per le austere stirpi ritorte salentine
note di cicale nei marisci d’estate tra lo Ionio e l’altro mare
portano quest’oro puro sulle frise e le bruschette,
che è così balsamo del corpo e ricchezza delle case.

IL PANE DI LORI

Il pane è l’alimento tradizionale per eccellenza, almeno alle nostre latitudini, ma è stato sottoposto a una “modernizzazione” che ne ha cancellato il valore: nutrizionale e anche “filosofico”.
La pasta madre è uno dei miracoli più incredibili: i batteri rendono i carboidrati e le proteine più digeribili; il tempo di lievitazione ci induce a cambiare il nostro approccio al consumo veloce e impulsivo; la durata ci ricorda l’importanza della qualità di quello che mangiamo.
Ed é proprio questo il pane di lori che serviamo in tavola ogni mercoledì: pane fatto in casa, nel forno domestico, con farina biologica tipo 2 e integrale, con pasta madre, acqua e sale.

Programma della giornata:

Ore 17,30

* Incontro e presentazione delle varie realtà

Ore 20,00

Cena: “Penso dunque mangio #1”

Menu

antipasti

Bruschetta con Paté di Capperi e Lenticchie
Zucca in Salsa di Nocciole
Sfere di Riso Integrale all’Arancia

primo

Penne con Pesto di Spinaci, Limone e Noci

dessert

Ciambella al Caffé Zapatista

Goccetto di Ammazzacaffé de “I Fiori del Male”

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

13 APRILE – mercoledì eXtra-Ordinario – ”LA CUCINA SOSTENIBILE #2” + “INTERAZIONE TRA HOMELESS E FILOSOFIA VEGAN” con LA COMPAGNIA DELLA POLENTA

Postato il Aggiornato il

locandina ME 13 aprile 2016_x jpg

Questa sera sarà nostra ospite “La Compagnia della Polenta”, gruppo di attiviste e attivisti che, settimanalmente, preparano cibo vegan e lo distribuiscono ai senza dimora.

Alle ORE 20,00 si inizia la serata con la seconda della nostra serie di cene dedicate all’uso creativo degli scarti: ”LA CUCINA SOSTENIBILE #2″

Questa settimana cucineremo per voi:

* broccoli
* ceci
* carote

Di ognuno di questi ingredienti andremo ad utilizzare sia la parte che normalmente viene cucinata sia la parte, altrettanto valida e gustosa, che normalmente si butta via. Nelle ricette la troverete indicata come (*).

Questo il Menu della Cena:

antipasti

Velluta Speziata di Carote e Zenzero
Raita di Ceci ai Broccoli
Insalata Multifoglia con Crema di Bucce di Carota (*)

primo

Linguine con Pesto di Broccoli (*) e Noci

dessert

Meringhe della Zia Vivi (*)

ATTENZIONE: la cucina chiude tassativamente alle ore 22,00.

Da quell’ora in poi ci si sposta nel salone polifunzionale adiacente alla cucina per la continuazione della serata.

ORE 22,00

Per la rassegna”VEGANISMO ETICO E CAPITALISMO VEGAN”: “INTERAZIONE TRA HOMELESS E FILOSOFIA VEGAN” con LA COMPAGNIA DELLA POLENTA

“Qualcuno potrebbe dire che siete fuori dalla vostra “giurisdizione”. Un gruppo di attivisti vegan di solito si occupa di animali. Perché cibo vegan per le persone senza dimora?
Partendo dal fatto che siamo tutti animali e anche gli umani lo sono, non pensiamo che sia qualcosa di così al di fuori di quello di cui ci occupiamo di solito. L’essere vegan, secondo noi, comprende tutti gli esseri viventi e, in quanto antispecisti, non facciamo differenze di alcun tipo.”

Potete leggere il resto dell’intervista dei Trogloditi alla Compagnia della Polenta qui: https://troglovegan.wordpress.com/intervistiamo/lacompagniadella-polenta/

Vi ricordiamo che per la serata é graditissima la prenotazione.

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

Anche questa settimana ci troverete in Via Baltea 3.

3 FEBBRAIO – mercoledì eXtra-Ordinario – “CENA BLUROSAVIOLA” + “Il veganismo entra nei supermercati” con MARCO REGGIO

Postato il Aggiornato il

locandina ME 03 febbraio 16_v3

 

Siamo giunt* al mese di febbraio e decidiamo di farlo iniziare con una serata dedicata a un tema che ci sta molto a cuore in compagnia del nostro ospite, Marco Reggio.

Prendendo spunto da un suo articolo, dal titolo : “Il veganismo entra nei supermercati”, pubblicato sulla rivista “Liberazioni”, andremo ad affrontare un argomento che divide e unisce gli animi e del quale sentiamo sempre più il bisogno di discutere.

Speriamo davvero di creare, con questa serata, un’occasione per portare e condividere punti di vista.

Alle ORE 20,00 si comincia il mercoledì eXtra-Ordinario con una CENA all’insegna dei colori BLUROSAVIOLA– contrasti, sfumature e fusioni cromatiche in tavola.

Questo il Menu della Cena:

antipasti
Necci con Composta Casalinga di Mirtilli
Insalata d’Orzo e Cavolo Rosso al Limone
Vellutata Esplosiva

primo
Risotto con Pere, Noci e Radicchio

dessert
Far Breton

ATTENZIONE: la cucina chiude tassativamente alle ore 22,00.

Da quell’ora in poi ci si sposta nel salone polifunzionale adiacente alla cucina per la continuazione della serata.

ORE 22,00

VEGAN: UNA PAROLA DA ABBANDONARE?

Discussione aperta – introduce e modera Marco Reggio

Che cosa significa dichiararsi vegan? Che cos’è il veganismo? Che cosa pensiamo che sia o che debba essere? Che cosa vorremmo che fosse?

Del veganismo si è parlato come di una dieta, una moda, uno stile di vita, una nuova nicchia di mercato, un obbligo morale, una forma di boicottaggio, una presa di posizione politica, una testimonianza, una forma di solidarietà agli animali che si ribellano, una pratica anticapitalista, una delle varie forme di diserzione dal patriarcato e dall’eterocentrismo.

Alcun* si chiedono se usare ancora il termine “vegan”, se abbandonarlo o risignificarlo.

E perchè la pratica di non mangiare animali infastidisce? Perchè suscita diffidenza o derisione?

Proviamo a discuterne insieme. Anche gli/le onnivor* sono benvenut*: le capacità di riflettere sulla liberazione animale non dipendono dalla dieta!

Contributo per la serata 13 euro (bevande escluse).
Graditissima la prenotazione.

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

Anche questa settimana ci troverete in Via Baltea 3.

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/482787308592761/

11 NOVEMBRE – mercoledì eXtra-Ordinario – “LA CENA ARANCIONE” + PERFORMANCE SATIRICA “Gli spettacolari sensi di expo – nutrire multinazionali: nocività per il pianeta” a cura di Liberati da expo

Postato il

locandina ME 11 novembre 2015

Dopo il calore ricevuto durante il primo mercoledì siamo pronte per affrontare il prossimo, questa volta in compagnia di Liberati da Expo, con la loro lettura teatrale su expo e sui consumatori inconsapevoli.

Chi di voi é venuto alla prima serata sa già che una delle grosse sorprese é che quest’anno si prepara il cibo e si mangia proprio all’interno dell’eXtra-Ordinaria cucina di via Baltea, un modo nuovo per condividere e per vivere il cibo.

Questa settimana la cucina eXtra-Ordinaria si tinge d’allegria e si comincia alle ORE 20,00 con “LA CENA ARANCIONE” – Una sferzata di colori caldi per riempirci di tepore in questi giorni autunnali

Menu

Antipasti
Sformatini di Zucca e Patate alla Salvia
Dhal di Lenticchie Rosse
Zucca in Scapece

Primo
Farfalle al Pesto del Coniglio Felice

Dessert
Coppa di Crema ai Cachi con Sfondo Boschivo Croccante

ATTENZIONE: la cucina chiude tassativamente alle ore 22,00.

Da quell’ora in poi ci si sposta nel salone polifunzionale adiacente alla cucina per la continuazione della serata.

A seguire:

Per la rassegna ARTE E ANTISPECISMO/ VEGANISMO ETICO E CAPITALISMO VEGAN ci sarà la PERFORMANCE SATIRICA “Gli spettacolari sensi di expo – nutrire multinazionali: nocività per il pianeta” a cura di Liberati da expo

Informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3451122925

Anche questa settimana ci troverete in Via Baltea 3.

Però attenzione… l’ultimo mercoledì del mese non ci troverete in via Baltea ma i mercoledì eXtra-Ordinari saranno itineranti e, se qualcuno si offrirà, verranno direttamente a casa vostra!

Sì, perché sperimenteremo insieme a voi la formula del “mercoledì itinerante”, spostandoci di volta in volta in case private, parchi, musei, altre città….

Un’idea nuova per sperimentare e per autofinanziarci, fuori dai soliti schemi.

Se avete uno spazio che possa accoglierci non esitate a proporcelo.

15 APRILE– mercoledì eXtra-Ordinario – CENA: “LAMPA E TRONA CA LE FICA SO BONE” – CENA MOLISANA + ESPERIENZE/VEGANISMO ETICO E CAPITALISMO VEGAN – “Resistenza Urbana, Autoproduzione e Recupero Alimentare a Sostegno della Città – L’esperienza degli Orti Urbani di Livorno e il Polpetta Ristororto” con MICHELA ANGELINI

Postato il Aggiornato il

locandina ME 15 aprile 2015

Ed eccoci arrivati al Terzo mercoledì eXtra-Ordinario Resistente del mese di Aprile, dedicato alla Resistenza Urbana e Anticapitalistica.

Per la cena il nostro viaggio tra le Regioni italiane ci porta in MOLISE: “LAMPA E TRONA CA LE FICA SO BONE” (*)

Dopo cena sarà con noi MICHELA ANGELINI con un intervento dal titolo:

“Resistenza Urbana, Autoproduzione e Recupero Alimentare a Sostegno della Città – L’esperienza degli Orti Urbani di Livorno e il Polpetta Ristororto”

La pagina degli Orti Urbani di Livorno:
https://www.facebook.com/ortiurbanilivorno

La pagina del Polpetta Ristororto:
https://www.facebook.com/pages/POLPETTA-Ristor_Orto-Autogestito-Veg-Freegan/553417518135352

Durante la cena sarà possibile visitare la mostra,inaugurata lo scorso mercoledì: “Pareidolia, immagini nel legno”.
Un percorso nel proprio immaginario attraverso 25 scatti di ROBERTO BERTIOND.
Il Menu della Cena

Antipasti
‘Cecèrchie ch’ù Pèlé
Pizzette Fritte
Sedano alla Molisana
Frascatìlle

Primo
Maccheroni con la Mollica

Dessert
Ciambella con il Vino
Mandorle Atterrate
(*) Quando ci sono fulmini e tuoni i fichi sono buoni

18 MARZO– mercoledì eXtra-Ordinario – CENA: “COTTU O NO COTTU SU FOGU DA BIU” – CENA SARDA + VEGANISMO ETICO E CAPITALISMO VEGAN: “Serata con i Belli e Jouvani CHEFS VEGABBONDI” – una cucina politica popolare vegan + INAUGURAZIONE della MOSTRA “I DON’T EAT GRASS” di JADE MONICA BELLO ILLUSTRATIONS

Postato il Aggiornato il

locandina ME 18 marzo 2015_4“COTTU O NO COTTU SU FOGU DA BIU” (*) – Un’altra cena regionale senza crudeltà é in arrivo… e questa volta esploreremo le ricette tradizionali della SARDEGNA!

Questo il Menu della Cena:

Antipasti

Cipolle Gratinate

Fregula con le Lenticchie

Cavolo Soffocato

Carciofi e Patate alla Sarda

Primo

Malloreddus con Sugo Piccante ai Funghi

Dessert

Gueffus

A seguire:

Per la rassegna VEGANISMO ETICO E CAPITALISMO VEGAN: “Serata con i Belli e Jouvani CHEFS VEGABBONDI” – una cucina politica popolare vegan

Ma non finisce qui… e per rendere ancora più ricca la serata questo mercoledì ci sarà l’INAUGURAZIONE della MOSTRA “I DON’T EAT GRASS” di JADE MONICA BELLO ILLUSTRATIONS, con l’autrice delle opere in mostra. Per conoscerla un po’ meglio potete visitare il suo sito: http://www.idonteatgrass.com/

logo

Jade Monica Bello _ illustrations

Illustratrice freelance, stilista abbigliamento uomo e donna.
Nasce a Udine nel 1985, nel 1988 si trasferisce a Treviso dove studia e consegue il diploma in pittura e decorazione pittorica al Liceo Artistico Statale Santa Caterina, volgendo poi l’attenzione al Fashion Design, conseguendo la laurea in Design della moda all’università IUAV di Venezia.
Nel 2008 collabora con Natalia Resmini all’illustrazione del libro “Chic Girl”, di L.Corna e N.Beretta edito da Speriling and Kupfer. Dopo gli studi, inizia subito il proprio percorso professionale nel settore dell’abbigliamento, lavorando inizialmente per il marchio Replay Jeans e successivamente all’interno dell’ufficio di consulenza stile Progetto L.C. per molti brand e per diversi tipi di consumatore.
Nel 2010 avviene un importante cambiamento, inizia un percorso di consapevolezza e scelta verso il veganismo etico, quello che era sempre rimasto latente trova la goccia che fa traboccare il vaso portando ad un conseguente mutamento della visione della vita, de rapporto con gli Animali non umani e la natura.
Tutto questo ha trovato successivamente a partire dal 2013, la necessità di diventare anche espressione concreta in una ricerca artistica personale, attraverso l’uso dell’illustrazione come mezzo di comunicazione, volto a supportare un messaggio verso cambiamento per una nuova estesa dimensione etica.
Dal 2014 collabora attivamente con il gruppo artistico D’Artefatti e con la rivista di divulgazione antispecista Veganzetta, curando la sezione arte del sito web per la promozione di artisti vegan italiani ed internazionali.
“I DON’T EAT GRASS è un contenitore per molte cose, uno spazio dove raccogliere tutto cio’ che creo, che mi ispira, che apprezzo, che voglio raccontare. Ho deciso di dedicare il mio impegno a quello che e’ diventato il mio nuovo modo di vedere il mondo, un mondo dove l’uomo non e’ centro, ma parte di un tutto, un tutto di cui va rispettato e salvaguardato l’equilibrio.

(*) Cotto o non Cotto il Fuoco l’ha Visto traduzione della traduzione: pronto o no ce lo mangiamo 😉